Salvietta150x40 - Una Web Developer, Blogger, Creative Thinker, Social media enthusiast, expat italiana a Palma di Mallorca, co-fondatrice di @manoweb ed ora mamma

domenica, febbraio 28, 2010

domenica, febbraio 28, 2010
3
L'affresco che viene fuori stemperarando in acqua due recentissimi fatti di cronaca sul traballante intonaco spagnolo, ricorda il primo Almodóvar, quello che fondeva serenamente e spregiudicatamente omosessualità, sesso, promiscuità e Chiesa.
Una Spagna che non smette di stupire, fa sorridere e che molti non possono evitare di invidiare per questa sua capacità di mescolare elementi dal potenziale esplosivo ed uscirne con assoluta normalità.
La prima spennellata percorre la provincia di Toledo, scuotendo i paesini di Noez e Totanés, 1500 anime in due.
Il loro parroco, il 27enne Samuel Martin, ha speso, rullo di tamburi, 17mila euro, rubati alle Confraternite locali, in linee telefoniche erotiche e in pagine web pornografiche; non completamente soddisfatto, il giovane offriva il suo villoso corpo, (e che corpo...) al popolo internettiano, con idee chiare e definite "disponibile a tutto meno al sado", assicurando agli eventuali clienti che li avrebbe fatti "godere di felicità come non mai" (quando si dice toccare il cielo con un dito). Per i suoi servizi la tariffa minima era 50 euro per 15 minuti.
Il tutto, cercando di battere il record d'apnea (vedere foto)


Ah, come la vita si prende gioco delle contraddizioni umane...(direbbe fra Cristoforo).

I vivaci tocchi del pennello ci portano poi a Madrid. Nel 1993, una donna ha lasciato in eredità il proprio appartamento a papa Giovanni Paolo II; tempo dopo Alberto, l'inquilino del piano di sotto, si è accorto della presenza di alcune macchie di umidità sul suo soffitto e con sua sorpresa, si è dovuto rivolgere alla Nunziatura Apostolica della Santa Sede per parlare con il proprietario.
La Nunziatura ha risposto con solerzia: un'offerta di vendita dell'appartamento, che Alberto e il suo compagno hanno accettato.
Comprata la casa dalla Chiesa e arrivato Zapatero al potere, Alberto ha recentemente sposato il nuovo compagno, Miguel Angel, che è anche il presidente del Colectivo de Lesbianas, Gays, Transexuales y Bisexuales di Madrid. "La Chiesa non ci vuole, ma per fare affari non ci rifiuta" commenta adesso scherzosamente Alberto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

3 commenti:

  1. Ahahahhah! Grande Alberto! Troppo bello!
    VIVA LA SPAGNAAA!!!

    RispondiElimina
  2. E intanto ancora non vieni a trovarmi...

    RispondiElimina
  3. non so...mi sa comunque che è meglio li che qui..

    RispondiElimina

Criticate,rimproverate,censurate la Salvietta